Razionale

La psoriasi da moderata a grave ha un impatto sulla salute generale del paziente che va al di là degli effetti sulla cute, e vengono utilizzate misurazioni sulla qualità della vita (QoL) per valutare come l'individuo percepisca sia l'impatto della malattia che la risposta al trattamento. Tuttavia, gli strumenti disponibili forniscono unicamente una valutazione della qualità della vita in un momento specifico e mancano studi su come la malattia influisca su ogni aspetto della vita di un paziente nel tempo, compreso il benessere fisico e psicologico, le relazioni sociali ed emotive, le decisioni professionali e i cambiamenti di prospettiva del singolo individuo nel corso del tempo. La piena implementazione del concetto di CLCI – Cumulative Life Course Impairment - consente al clinico di andare oltre il quadro fisso, una tantum e incompleto fornito dai questionari sulla qualità della vita per andare ad analizzare invece come fattori quali lo stigma o le comorbidità fisiche e psicologiche producano progressivamente un deterioramento cumulativo nel tempo in tutti questi pazienti, ostacolando lo sviluppo del loro pieno potenziale di vita e influenzando le principali decisioni che daranno forma alle loro vite future.
Ultime modifiche: venerdì, 18 dicembre 2020, 12:50